Lituania – Venerdì a Vilnius in giro per la città tra monumenti e chiese.

Eccoci qui, finalmente siamo operative e dopo l’arrivo di ieri in tarda serata oggi possiamo goderci l’intera giornata per girare Vilnius con calma.
La prima impressione devo dire che l’abbiamo già avuta ieri sera visto che non siamo riuscite a resistere ad un giro in centro nonostante l’atterraggio ben oltre l’ora di cena ed abbiamo subito avuto l’idea di una città tranquilla e pulitissima, impressione che sarà confermata in pieno per tutto il nostro soggiorno.

Quindi, pronte di un passaggio al centro di informazione turistica, che si trova proprio accanto al palazzo del Comune, dove abbiamo trovato un sacco di materiale oltre alla gentilezza dei ragazzi che hanno risposto ad ogni nostra domanda su trasporti, musei, orari di apertura, city tour, city card e più che ha più ne metta, ci dirigiamo innanzitutto verso una panetteria per colazione. Qui ce ne sono davvero molte tra cui alcune catene internazionali ma la nostra preferenza è andata ad un piccolo forno sulla strada verso il centro.

Colazione

Complice una giornata di sole da primavera inoltrata in contrapposizione alla pioggia che abbiamo lasciato a Milano, cominciamo il tour della città che sarà assolutamente pieno di sorprese e a tratti talmente pieno di edifici, chiese (tantissime), stradine, cortili (numerosi e che si aprono su interi quartieri nascosti ai lati delle strade) che a tratti ci fa pensare che non riusciremo mai a vedere tutto!
Partiamo dalla zona vicino alla piazza del Municipioe da Ausros Vartu street, una delle vie turistiche costellate di negoziati di souvenir e di ambra che qui troverete davvero ovunque essendo quella baltica, e lituana per la precisione, tra le più pregiate in assoluto.
Vilnius ha davvero tantissime chiese, cattoliche, ortodosse, sinagoghe e chi più ne ha più ne metta, le troverete ovunque, il che testimonia il suo passato di terra di passaggio e di crocevia di popoli. Nel nostro giro incontriamo la chiesa di Santa Teresa, la Chiesa di Santa Caterina, la Porta dell’Aurora, la chiesa di San Casimiro fino alla bellissima chiesa di Sant’Anna ma ce ne sono davvero moltissime e vi metto solo alcune foto altrimenti dovrei fare un post infinito solo per tutti gli edifici di culto sparsi per la città. Sono tutte belle e particolari e la parte migliore è entrare in ognuna di esse e vivere le varie differenze nella loro architettura, nella disposizione interna a seconda delle varie religioni, nella loro frequentazione, nei profumatissimi mazzi di fiori freschi che allestiscono le chiese ortodosse… insomma, aprite i portoni anche delle chiesette più piccole e vi assicuro che non ne rimarrete delusi!

Chiesa di S. Casimiro Vilnius, Lituania, Lithuania.

Chiesa di San Casimiro.

Chiesa di santa Teresa porta dell'Aurora Vilnius, Lituania, Lithuania

Chiesa di Santa Teresa e porta dell’Aurora.

Chiesa di Sant'anna Vilnius, Lituania, Lithuania

Chiesa di Sant’Anna

La chiesa di Sant’Anna, oltretutto, è in una delle zone più interessanti di Vilnius, ovvero vicino ai Bernardine gardens e a Uzupis. Prima di fermarci per la pausa pranzo proprio in questa piccola Repubblica indipendente (di cui vi parlerò più in dettaglio in un prossimo post), passiamo da Literatu street dove potrete trovare il muro artistico, ovvero muri esterni di alcuni edifici in questo dedalo di stradine che sono adibiti a galleria fotografica e artistica a cielo aperto, una passeggiata diversa dal solito e curiosa.

Muro artistico Literatu street, Vilnius, Lituania, Lithuania.

Muro artistico a Literatu street.

Svyturys birra lituana, lithuanian beer.

Svyturys 1784

Dopo esserci godute la bella giornata di sole con tanto di birra locale fresca d’ordinanza, nello specifico la Svyturys, birra lituana prodotta nella città di Klaipeda sul mar Baltico (per la serie: il giro del mondo in 80 birre!), proseguiamo verso la Cattedrale, la basilica dei santi Stanislao e Ladislao, con tanto di torre campanaria.  la piazza è enorme e di grande impatto soprattutto visto che fino ad ora, a parte la piazza del Comune, siamo passate per strade e piazzette più raccolte. Questo è davvero il centro nevralgico della città, accanto alla cattedrale c’è il Palazzo dei gran Duchi, sullo sfondo si vede la collina della torre Gedimina che domina Vilnius e di fronte all’ingresso della basilica comincia la Gediminas street, con tutti i suoi negozi, ristoranti, caffetterie e locali dove sedersi come pausa allo struscio.
Noi ne abbiamo approfittato per salire sulla torre, con €4,50 potete arrivare fino in cima e godervi la vista dall’alto. Le scale all’interno della torre sono ovviamente piuttosto strette e ripide quindi armatevi di buon equilibrio e gambe ferme ma per il resto è un intermezzo più che piacevole. Piccola nota di colore, noi siamo salite pochi minuti prima dei rintocchi il che ha regalato quel brivido in più della torre che si muove sotto i nostri piedi, oltre ovviamente al suono delle campane a pochi metri dalle nostre orecchie.

Piazza della cattedrale, Vilnius, Lituania, Lithuania.

Piazza della cattedrale.

Cattedrale di Vilnius Basilica di S. Stanislav e S. Vladislav, Lituania, Lithuania

Basilica dei santi Stanislao e Ladislao.

Torre campanaria, Vilnius, Lituania, Lithuania.

Torre campanaria.

Campane della torre campanaria, Vilnius, Lituania, Lithuania.

Campane in cima alla torre campanaria.

Dopo gli ultimi giri rientriamo in albergo per un po’ di relax per poi uscire la sera per goderci un po’ di Vilnius by night. Inutile dire che le birrerie la fanno da padrone ma, nonostante sia il weekend, una cosa che abbiamo notato anche i giorni successivi, è che anche in orari serali e notturni la città è davvero tranquilla e sicura, sicuramente lontana dalla movida delle altre capitali europee ma anche per questo particolare e rassicurante.
Ecco giusto un paio di foto della bellissima piazza del Comune

Piazza del comune Vilnius, Lituania, Lithuania.

Piazza del comune.

Come prima giornata devo dire che è stata davvero piena e siamo riuscite a girare davvero bene, complice la bellissima giornata di sole e le temperature da primavera inoltrata.
Per oggi è tutto, spero che vi sia piaciuto il post e vi do appuntamento ai prossimi con una piccola anticipazione: Trakai.

 

6 pensieri su “Lituania – Venerdì a Vilnius in giro per la città tra monumenti e chiese.

  1. Erika Bedini ha detto:

    Ciao 🙂 in questi anni mi sono concentrata per lo più a visitare le principali capitali europee.
    Mi hanno parlato molto bene di Tallin e Vilnius, quindi a sto punto mi sa che entrambe necessitano una visitina di sicuro.
    Secondo te qual è il periodo migliore e quanto tempo serve per visitarla sufficientemente bene?

    Grazie!

    Mi piace

    • Noolyta ha detto:

      Ciao, guarda per me il periodo migliore va da aprile a settembre circa, anche perché quando hai delle belle giornate primaverili il paesaggio è davvero incantevole.
      Per Vilnius secondo me 3 giorni pieni bastano, anche perché magari l’ultimo lo si fa sempre un po’ più rilassati e con lo shopping per il rientro.
      Noi ci siamo fermate un po’ di più per avere l’occasione di andare a Trakai (imperdibile) e Kaunas, ad entrambe abbiamo dedicato una giornata e ne è valsa la pena. Ne parlerò nei prossimi post se ti va di seguirli!

      Mi piace

    • Noolyta ha detto:

      Ciao, io è la prima volta che vado nelle repubbliche baltiche, spero di vedere anche le altre capitali. Tutti parlano un gran bene di Tallin ma per quanto riguarda Vilnius mi sento di consigliartela! Oltretutto e anche super economica!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...