Weekend in Bulgaria – Venerdì arrivo a Sofia tra Vitosha Boulevard e street art.

Eccomi finalmente con il nuovo post su Sofia.

E’ già passato un po’ dal mio rientro e non mi sono neanche accorta di quanto il tempo sia volato. Evidentemente tuffarsi immediatamente nel lavoro e cominciare con le attività di tutti i giorni non aiuta a mantenere la promessa di pubblicare almeno un post alla settimana. Cercherò di rimediare e comincio con il racconto di questo nostro weekend lungo in Bulgaria.

Innanzitutto premetto che questo non e stato un viaggio in solitaria ma è stato con una mia collega e amica con cui da qualche anno ci ritagliamo qualche giorno di ferie condivise e da poter dedicare alla sana chiacchiera visto che al lavoro non ci incrociamo mai. Oltretutto questi nostri viaggi annuali mi piacciono anche perché sono gli unici in cui io non devo pensare a niente. Lascio infatti a lei il comando di tutto e mi godo, per una volta, un giro in cui io non debba arrangiarmi da sola per fare tutto.

Lasciata Milano con una sana curiosità per questa città siamo partite con qualche informazione base (io) ed un programma precisissimo e accurato (lei).

Arriviamo con in volo della Wizzair la mattina il che ci lascia il pomeriggio per un primo giro in città dopo aver lasciato il trolley in hotel. Oltretutto la nostra sistemazione è proprio dietro alla Sinagoga che vediamo dal nostro balcone ed è a pochi metri da noi. Sicuramente una vista a due poco particolare e non male come prima cosa che si vede la mattina appena ci si sveglia!

Sinagoga, Sofia, Bulgaria.

Sinagoga, Sofia, Bulgaria.

Cominciamo quindi per un giro in centro e notiamo subito che Sofia può essere visitata tranquillamente a piedi, infatti non è molto grande e le principali attrazioni si possono vedere davvero in una giornata. Noi a questo giro abbiamo più tempo quindi ce la prendiamo con calma.

Passiamo per il vialone centrale dove ci sono sia i palazzi del Parlamento che la famosa statua di Santa Sofia la cui storia spiega l’origine del nome della città.

Statua di Santa Sofia, Sofia, Bulgaria.

Statua di Santa Sofia, Sofia, Bulgaria.

Continuiamo a fare due passi e raggiungiamo quello che tutti vi diranno essere il centro nevralgico di Sofia, quello in cui tutti prima o poi si trovano, ovvero Vitosha Boulevard. Questa strada è la via più famosa ed il vero luogo dello struscio sia giornaliero che serale per chiunque passi da queste parti. È infatti piena di caffetterie, ristoranti, negozi (anche di souvenir), localini e chi più ne ha più ne metta. Se volete vedere anche solo una cosa vi direi di non perdervela!

Vitosha Boulevard, Sofia, Bulgaria.

Vitosha Boulevard, Sofia, Bulgaria.

Dopo il nostro primo giro ci fermiamo per un pranzo tardivo e cominciamo già a gustare un po’ di sapori locali. Gli amanti della carne troveranno sicuramente piatti per soddisfare il loro palato con salsicce, kebab e carne grigliata saporitissima che richiamano un po’ tutta la cucina balcanica. Come un po’ tutta l’Europa centrale il pane arabo è l’accompagnamento abituale e non mancheranno diverse salse, alcune davvero buonissime, che accompagnano i piatti principali e le verdure.

Pranzo, Sofia, Bulgaria.

Pranzo, Sofia, Bulgaria.

Per quanto riguarda invece una caratteristica della città che ci ha piacevolmente sorpreso non posso non pensare alla sua street art. Ovunque infatti troverete dei murales bellissimi, colorati e di ogni dimensione, dai più piccoli a quelli che ricoprono intere facciate dei palazzi. Io sono riuscita ad immortalarne solo qualcuno ma se siete curiosi potrete andarne a caccia per la città. Oltetutto ci sono anche dei walking tour a loro dedicati quindi se avete tempo potrebbe essere un’idea.

Murales, Sofia, Bulgaria.

Murales, Sofia, Bulgaria.

Murales, Sofia, Bulgaria.

Murales, Sofia, Bulgaria.

Murales, Sofia, Bulgaria.

Murales, Sofia, Bulgaria.

Murales, Sofia, Bulgaria.

Murales, Sofia, Bulgaria.

Bene, con questo mio post su Sofia è tutto, vi lascio con la foto di Vitosha Boulevard by night (è bagnata dalla pioggerellina del pomeriggio) e della nostra pausa the (con dolcetto) prima di coricarci.

Vitosha Boulevard, Sofia, Bulgaria.

Vitosha Boulevard, Sofia, Bulgaria.

Cafè 88, Vitosha Boulevard, Sofia, Bulgaria.

Cafè 88, Vitosha Boulevard, Sofia, Bulgaria.

Voi invece che mi dite? Anche voi avete avuto lo stesso impatto se siete passati di qui? Cosa avete visto se avete avuto poco tempo?

Spero intanto che questo mio primo post vi sia piaciuto e vi do appuntamento ai prossimi.

2 pensieri su “Weekend in Bulgaria – Venerdì arrivo a Sofia tra Vitosha Boulevard e street art.

    • Unabiondaconlavaligia ha detto:

      Ricambio il saluto alla collega/amica/miglior tour operator che ha reso possibile questo viaggio e non solo ma soprattutto che è l’unica che viaggia con “la bionda con la valigia” che con lei si prende la libertà di non prendere nessuna decisione per 4 gg!
      PS: Ovviamente concordo sul fato che Sofia sia assolutamente una meta da scoprire :-)!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...