Times Square, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

New York – Domenica a Manhattan tra Times Square e Grand Central Terminal e a East River State Park, Brooklyn.

Dopo i due giorni passati a Brooklyn decidiamo di cambiare atmosfera e di ritornare ad immergerci nella folla di Manhattan. Ci alziamo quindi con la consueta calma che le ferie permettono e, dopo l’immancabile colazione in una delle bakery che non mancano vicino al nostro appartamento, ci fiondiamo in metropolitana verso Midtown.

Come non partire quindi da quello che forse è il centro di tutti i centri, ovvero Times Square? Può piacere o no nel suo essere talmente affollata di turisti, di insegne luminose, di musica, di cartelloni pubblicitari e di catene di fast food da ubriacare lo sguardo ma non si può prescindere da un giro qui, anche solo per sentirne l’atmosfera. Insomma, un passaggio praticamente obbligato.

Times Square, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Times Square, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Times Square, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Times Square, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

A proposito di icone, camminando per queste strade, è lta la probabilità di imbattersi in un’altra delle figure simbolo della piazza, ovvero il naked cowboy.  Cantante, attore e performer americano, da anni calca il palcoscenico di Times Square con la sua chitarra, il cappello da cowboy e poco altro addosso, caratteristiche che l’hanno reso famoso e l’hanno fatto immortalare da quasi chiunque passi da queste parti, me compresa ovviamente.

The naked cowboy, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

The naked cowboy, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Terminato il nostro mini giro turistico arriva l’ora di mangiare qualcosa. Decidiamo di  sederci da qualche parte all’aria aperta, così da non smettere di rimanere immerse nella frenesia che ci circonda e poter osservare il continuo via vai delle persone attorno a noi. Optiamo quindi per una pranzo che più neworchese non si potrebbe, ovvero un bagel con creem cheese sedute ad un tavolino a Bryant Park. Questo parco cittadino è una piccola oasi posizionata in modo strategico e perfettamente attrezzata, con tavolini e sedie, per permettere proprio qualche attimo di relax ed è talmente curato e funzionale che non sembra neanche di essere in centro città.

Bryant Park, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Bryant Park, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Bryant Park, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Bryant Park, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Bryant Park, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Bryant Park, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Dopo le mille luci di Times Square, è davvero lo si può dire in senso letterale, passiamo ad un’altra tappa obbligata, almeno per me.
Da appassionata di cinema una delle cose che faccio quando viaggio è scovare i luoghi dove sono state girate le scene di film che più mi hanno segnato e che mi sono piaciute. La cosa va benissimo anche per chi viaggia con me quando si tratta di film conosciuti, dovreste vedere invece la faccia delle persone quando mostro luoghi che hanno a che fare con film che ho visto solo io!
Comunque non è certo il caso di questo luogo visto che, cinema a parte, è visitatissimo a prescindere.
Sto parlando di Grand Central Terminal, ovvero della principale e più famosa stazione dei treni di New York. Qui si può veramente solo immaginare la quantità di vite, di storie e di sogni che passano di qui ogni giorno.

Grand Central Terminal, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Grand Central Terminal, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Per quanto riguarda la pellicola cui accennavo sopra  mi riferisco ad un film che ho visto fino a conoscerne a memoria praticamente quasi tutte le battute, ovvero “Innamorarsi” con Meryl Streep e Robert De Niro, bellissimi e innamoratissimi l’uno dell’altra. Certo, ovviamente il tutto non andava così liscio visto che erano sposati e la loro era una storia clandestina nata proprio con Grand Central a far loro da sfondo. Come non ricordare i loro incontri scanditi proprio dagli orari dei treni che prendevano per andare al lavoro e per ritornare dai rispettivi consorti pensando però a quando si sarebbero rivisti la prossima volta?

Lo so, sicuramente ogni stazione di pendolari offre le stesse storie in ogni città del mondo. Io che poi che vivo a Milano, ovvero la capitale italiana dei tradimenti, non mi posso certo lamentare di mancanza di location fertili per le storie clandestine da pausa pranzo. Anche all’ombra della Madonnina vengono regalate gioie ma che vi devo dire? Grand Central è sempre Grand Central.

Ok, ho divagato forse anche troppo. Torniamo a noi e passiamo alla parte cibo. Qui è infatti presente il Grand Central Terminal Market, fornitissimo mercato in cui trovare davvero di tutto. Se, come me, nel rientro a casa sentite qualche langurino, qui è davvero difficile resistere alla tentazione di prendere qualcosa.

Grand Central Market, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Grand Central Market, Midtown Manhattan, New York, Stati Uniti.

Dopo la giornata passata in centro facciamo quindi rientro nella nostra Brooklyn, non senza passare da un altro punto panoramico da cui poter godere di un’altra vista sullo skyline di Manhattan, ovvero l’East River State park. Lo trovate sempre a Williamsburg tra la 7th e la 9th street. Se volete riposarvi dopo ore passate a camminare è senz’altro il posto giusto. Noi abbiamo scelto un angolo tranquillo, senza locali e neanche panchine. C’è giusto una spiaggetta e un piccolo ciottolato. Il luogo ideale per decomprimersi e poter ammirare da lontano la frenesia della città con solo il rumore delle onde dell’East River a fare da sottofondo.

East River State park,, Williamsburg, Brooklyn, New York, Stati Uniti.

East River State park,, Williamsburg, Brooklyn, New York, Stati Uniti.

East River State park,, Williamsburg, Brooklyn, New York, Stati Uniti.

East River State park,, Williamsburg, Brooklyn, New York, Stati Uniti.

La serata si conclude con il rientro verso casa per cena con un’altra deviazione verso una tappa decisamente local, ovvero un passaggio al campo di baseball al McCarren Park. Lo trovate tra la Driggs e Bedford Avenue e se siete a a Williamsburg e volete completare la vostra giornata in totale American style direi che assistere ad una partita di baseball è un ottimo modo.

McCarren Park, Williamsburg, Brooklyn, New York, Stati Uniti.

McCarren Park, Williamsburg, Brooklyn, New York, Stati Uniti.

McCarren Park, Williamsburg, Brooklyn, New York, Stati Uniti.

McCarren Park, Williamsburg, Brooklyn, New York, Stati Uniti.

Bene, anche per questo post è tutto. Spero che vi sia piaciuto e che vi abbia dato qualche spunto per come passare una domenica tra Manhattan e Brooklyn anche senza fare grandi cose ma che vi facciano respirare l’atmosfera del luogo.
Voi invece che mi dite? Anche quando siete in vacanza ogni tanto vi abbandonate a qualche domenica un po’ più pigra?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...