Cattedrale Alexander Nevsky, Sofia, Bulgaria.

Weekend in Bulgaria – Sabato a Sofia tra tour della città e Cattedrale Alexander Nevsky.

Oggi prima giornata dedicata interamente alla visita di Sofia e, visto che per i prossimi due giorni abbiamo programmato delle gite fuori porta, questo sabato lo passeremo a visitare la città con calma.

Cominciamo con la colazione in un posticino davvero particolare che abbiamo trovato non molto lontano dal nostro hotel, si chiama Bistro 16 e lo potete trovare in Pirotska Street, 16, una viuzza nascosta nei dintorni dalla Sinagoga.
Eccomi nella seconda foto intenta ad osservare il mio dolcetto prima di mangiarlo, giusto il tempo di farmi immortalare della mia compagna di viaggio.

Bistro 16, Sofia, Bulgaria.

Bistro 16, Sofia, Bulgaria.

Colazione, Bistro 16, Sofia, Bulgaria.

Colazione, Bistro 16, Sofia, Bulgaria.

Avendo tutta la giornata a disposizione abbiamo deciso di approfittare di uno dei walking tour che partono dal centro, e più precisamente dal Palazzo di Giustizia, adiacente a Vitosha Boulevard che è riconoscibile dai due grossi leoni a guardia dell’ingresso.

Palazzo di Giustizia, Sofia, Bulgaria.

Palazzo di Giustizia, Sofia, Bulgaria.

Questa è una cosa che, soprattutto da viaggiatrice solitaria, ho imparato a conoscere ed apprezzare nel corso degli anni e che vi consiglio vivamente. Soprattutto se viaggiate da sole cercate uno di questi tour, sono in genere gratuiti e con offerta libera, le guide sono sempre ragazzi pieni d’entusiasmo che non vi faranno di certo annoiare.
Noi abbiamo scelto il Free Sofia Tour e devo dire che ci è piaciuto davvero molto.
Con la nostra guida partiamo quindi alla scoperta dei monumenti e dei luoghi principali e vi assicuro che avere qualcuno che ci racconti la storia della città con vari aneddoti curiosi rende il nostro giro ancora più divertente!
Ecco il link dell’associazione.


https://freesofiatour.com

Passiamo quindi per la chiesa di Santa Nedelya (ovvero santa domenica), cattedrale ortodossa risalente al X secolo. Nel corso dei secoli ha poi conosciuto diverse ricostruzioni che l’hanno portata all’aspetto più imponente che vediamo ora.

Cattedrale di Santa Domenica, Sofia, Bulgaria.

Cattedrale di Santa Domenica, Sofia, Bulgaria.

Passiamo poi alla chiesetta di Santa Petka dei sellai che ha la caratteristica di essere fatta da diversi tipi di materiali, questo perché la sua costruzione dipendeva dalle possibilità del momento quindi si procedeva con quello che era disponibile man mano. Risale al XV secolo e fu eretta grazie ai contributi dei sellai dell’epoca, da qui il nome.

Una curiosità per quanto riguarda diverse chiese, spesso sono interrate perché erano tollerate a condizione che la loro altezza non superasse quella di un soldato a cavallo. Ecco quindi spiegato l’escamotage… ingegnoso direi!

Chiesa di Santa Petka dei sellai, Sofia, Bulgaria.

Chiesa di Santa Petka dei sellai, Sofia, Bulgaria.

Ultima chiesa del nostro giro è la Rotonda di San Giorgio, considerata l’edificio più vecchio dell’intera Sofia. Fu costruita dai romani nel IV secolo e si trova all’interno del cortile dell’hotel Sheraton e alle spalle del Palazzo Presidenziale. Trovandosi in un luogo un po’ nascosto bisogna aguzzare la vista quando si passa da queste parti ma la si raggiunge davvero in un attimo considerato che è in pieno centro. Oltre alla particolare architettura ci sono anche dei bellissimi affreschi che vale la pena visitare.

Rotonda di San Giorgio (Sveti Georgi), Sofia, Bulgaria.

Rotonda di San Giorgio (Sveti Georgi), Sofia, Bulgaria.

Un’altra attrazione interessante si trova, come spesso accade qui, sotto il livello stradale e bisogna sgranare gli occhi per trovarla. Nei pressi della stazione della Metro di Serdica si trovano i resti dell’antica Serdica e di un anfiteatro romano. Dalla strada scorgerete delle strutture in vetro che indicano l’ingresso al sito. A dire il vero di antico non c’è molto visto che con il restauro ci sono andati decisamente pesantino e tutto quello che vedete è praticamente  nuovo ma sicuramente aiuta a rendere l’idea del passato della città. Il sito è davvero  ben tenuto e visitabile liberamente.

Resti dell'antica Serdica, Sofia, Bulgaria.

Resti dell’antica Serdica, Sofia, Bulgaria.

Altro luogo interessante è l’edificio dei vecchi bagni della città, ora riconvertiti in un museo, e che testimoniano la tradizione termale di Sofia, cosa che non è insolita nei centri urbani dell’Europa dell’est. A memoria della funzione originario del complesso ci sono ancora alcune fontanelle da cui sgorga acqua tiepida. Potete quindi approfittarne per dissetarvi e per riempire le vostre borracce.

Vecchi bagni termali, Sofia, Bulgaria.

Vecchi bagni termali, Sofia, Bulgaria.

L’ultima tappa prevede la visita al monumento più famoso della città e probabilmente, insieme ai suoi bellissimi monasteri, dell’intera Bulgaria, ovvero la Cattedrale Alexander Nevsky.
Con i suoi 50 metri di altezza è una delle più imponenti chiese ortodosse nel mondo ed una delle attrazioni più visitate del Paese. In stile neo-bizantino commemora la morte di oltre 200 mila soldati morti per l’indipendenza della Bulgaria e al suo interno può contenere fino a 5 mila fedeli. Il colpo d’occhio è effettivamente fantastico e la grandezza della cattedrale è addolcita dai suoi colori tenui, dalla cupola dorata e dal contesto in ci sorge.

Altra particolarità che caratterizza il centro di Sofia è sicuramente la sua famosa pavimentazione fatta di mattoni gialli che furono voluti per festeggiare le nozze dello zar Ferdinando.
Aneddoti vari vi verranno raccontati sulla bellezza di questi mattoni che va di pari passo alla loro scomodità visto che sono noti per essere scivolosissimi soprattutto quando piove. Camminarci diventa quindi una sfida a non scivolare o cadere cui si sottopone chiunque passi dal centro. Anch’io e la mia compagna di viaggio ci siamo lanciate e, complici delle giornate di sole (a parte qualche pioggerella leggera), siamo riuscite a non incespicare neanche una volta, il che, almeno per me, è davvero un successo!

Cattedrale Alexander Nevsky, Sofia, Bulgaria.

Cattedrale Alexander Nevsky, Sofia, Bulgaria.

Cattedrale Alexander Nevsky, Sofia, Bulgaria.

Cattedrale Alexander Nevsky, Sofia, Bulgaria.

Anche per questo post è tutto, spero che questo riassunto dei luoghi principali della città vi sia utile. Sicuramente ne ho dimenticati molti altri e se avete dei consigli o delle dritte su altro da non perdere sono curiosa di leggerli!

Con la mia foto trionfante davanti alla Cattedrale vi saluto e vi do appuntamento al prossimo post che vi anticipo sarà su una località magari non molto conosciuta ma che merita una visita soprattutto se programmate un viaggio in Bulgaria in tarda primavera, ovvero nel periodo della fioritura delle sue pregiate rose!

5 pensieri su “Weekend in Bulgaria – Sabato a Sofia tra tour della città e Cattedrale Alexander Nevsky.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...